Scarica Python

Anche se esistono due rami per le versioni di Python, vi consigliamo caldamente di scegliere la versione Python 3.8.0, in vista anche del prossimo abbandono del supporto alla versione Python 2.7.16

Se non sai quale versione usare, ti aiutiamo noi, scegli la versione Python 3. Anche se esiste un documento [in inglese], che potrebbe darti un'idea più esaustiva sull'argomento, ormai dovrebbe essere quasi del tutto naturale andare sulla versione 3 del linguaggio, non indugiare ulteriormente.

In sintesi: Python 2.x è l'eredità, Python 3.x è il presente ed il futuro del linguaggio

Python 2.7.16

Vedi la pagina dettagliata su Python 2.7.16:

Altre versioni

Una lista completa di tutte le versioni rilasciate è disponibile se ti occorrono i sorgenti di una vecchia versione di Python.

Oltre alla "tradizionale" implementazione C di Python (soprannominata CPython), sono disponibili diverse implementazioni alternative.

Altri gruppi o ditte hanno creato pacchetti di Python, spesso includendo un maggior numero di librerie o in maniera specifica per applicazioni particolari:

  • ActiveState ActivePython (versioni commerciale e comunitaria, include moduli per il calcolo scientifico)
  • Enthought Canopy (una distribuzione commerciale orientata al calcolo scientifico)
  • Portable Python (Python e pacchetti aggiuntivi configurati per essere eseguiti su dispositivi portatili)

Altre informazioni utili

  • Cerchi moduli Python di terze parti? L'indice dei package ne contiene numerosi.
  • Puoi consultare la documentazione online (in italiano o in inglese) o scaricarla in HTML, PostScript, PDF ed altri diversi formati. Vedi anche la pagina della documentazione.
  • Nota: anche se esiste un pacchetto binario già pronto per la tua piattaforma, ha senso scaricare anche i sorgenti: ciò ti permetterà di esplorare la libreria standard (directory Lib), la collezione standard di demo (Demo) e gli strumenti aggiuntivi (Tools) che contiene. C'è molto da imparare dai sorgenti!