Python per i principianti

Nuovo alla programmazione?

Python è gratuito e facile da imparare se sai dove iniziare. Ecco cosa fare per iniziare e imparare velocemente.

Cosa bisogna sapere prima di iniziare

Python è un linguaggio orientato agli oggetti chiaro e potente, in un certo senso paragonabile a Perl, Ruby, Scheme o Java.

Ecco alcune notevoli caratteristiche di Python:

  • Utilizza un'elegante sintassi, permettendo ai programmi scritti di essere facilmente letti;
  • È un linguaggio facile da usare che rende semplice il funzionamento dei vostri programmi. Questo rende Python ideale per lo sviluppo di progetti e di altre attività correlate di programmazione, senza rinunciare alla manutenibilità;
  • Viene fornito con un vasta libreria che supportano le più comuni attività di programmazione, come la connessione ai web server, cercare testo con le regex, leggere e modificare files, etc...;
  • La modalità interattiva di Python permette di testare brevi frammenti di codice. C'è anche un ambiente di sviluppo in bundle chiamato IDLE;
  • È un linguaggio facile da estendere aggiungendo nuovi moduli implementati in un linguaggio compilato come C o C++;
  • Può essere incorporato in un'applicazione per fornire un'interfaccia programmabile;
  • Può essere eseguito su molto piattaforme come Linux, Windows, Mac OSX e Unix;
  • È un software libero. Non esistono costi per scaricare ed usare Python o per includerlo in un'applicazione. Python può inoltre essere modificato e distribuito, questo perché il linguaggio è sotto licenza open source.

Alcune funzioni del linguaggio sono:

  • Una varietà dei tipi di dati disponibili: numeri (a virgola mobile, complessi, interi a lunghezza illimitata), stringhe (sia ASCII che Unicode), liste, tuple e dizionari.
  • Python supporta la programmazione ad oggetti con classi ed ereditarietà multipla;
  • Il codice può essere raggruppato in moduli e pacchetti;
  • Il linguaggio supporta un variegato sistema delle eccezioni, risultando chiaro nella gestione degli errori;
  • I tipi di dati sono fortemente e dinamicamente tipicizzati. Mischiare tipi incompatibili (es. cercare di sommare una stringa ed un numero), scatena un'eccezione:
  • Python contiene interessanti caratteristiche avanzate come i generatori e le list comprehensions;
  • Python gestisce automaticamente lo spazio in memoria, liberando dal bisogno di allocare o di liberare manualmente la memoria stessa.

Download

Prima di iniziare avrete bisogno di installare l'interprete Python sul vostro computer e probabilmente lo dovrete scaricare. Per saperne di più sulle varie versioni e trovare i link per il download, potete andare nella sezione download.

Se usate una distribuzione Linux o Mac OSX uguale o successiva alla 10.3 (Panther), prima di cercare di installare Python controllate nel vostro sistema, perché molto probabilmente lo avete già.

Digitando il seguente comando in un ambiente Linux:

$ witch python

/usr/bin/python

oppure:

$ witch python3

/usr/bin/python3

se riceverete un output simile a quelli descritti, Python è già presente nel vostro computer.

Discorso molto simile se, sia da Linux che da Mac OSX e sempre in console, richiamate le informazioni chiedendole direttamente all'interprete Python:

$ python -V

Python 3.6.2 (o qualcosa di simile)

Anche il questo caso, se avete ricevuto un output simile, avete a disposizione quello che vi serve.

Se invece siete con MS Windows, questa lettura [inglese] vi potrebbe essere molto utile, così come questa guida per l'installazione [italiano].

Che versione scegliere?

Anche se ci sono due versioni di Python, la 2.x e la 3.x, se non avete esigenze particolari come ad esempio la compatibilità con alcune librerie non aggiornate alla nuova versione, scegliete la versione 3.x del linguaggio. C'e questo interessante articolo che vi spiega le differenze tra le due versioni.

Testi dedicati ai principianti

Esiste molta documentazione e molta della quale è stata tradotta (o lo sarà in un prossimo futuro). Cerchiamo di raccogliere quanti più riferimenti possibili riteniamo giusti per voi, in modo da fornirvi una lista, in continua evoluzione, su quanto reperire online o nella vostra libreria di fiducia:

  • Il Tutorial di Python [inglese]. Si tratta di una tappa obbligata per chi comincia. Un tutorial ben strutturato, mai troppo prolisso, nel quale apprenderete senza troppi sforzi la base del linguaggio.
  • Think Python Italian [italiano] di Allen B. Downey e tradotto da Andrea Zanella. Libro nato dall'esigenza di un professore di far apprendere i concetti base della programmazione ai propri studenti, insegnando come pensare da informatico. Una lettura consigliatissima, specie a chi è all'inizio del suo percorso di studio.
  • Nella nostra sezione libri avrete una carrellata delle principali pubblicazioni dedicate al nostro linguaggio preferito. Ci sono ovviamente libri per chi comincia ed altri con un target un po' più specifico per chi ha già dimestichezza col linguaggio e la programmazione.
  • Nella sezione media di questo sito troverete alcune risorse alternative, se preferite complementari, come Tutorial e/o Lezioni Video, oppure vere e proprie classi virtuali interattive. Un modo diverso e sicuramente moderno di apprendere le nozioni di un linguaggio di programmazione.

Aiutoooooo!

Se avete delle difficoltà usando Python, e la documentazione non vi è d'aiuto, non disperate: potete chiedere aiuto alla comunità di pythonisti italiani. A vostra disposizione troverete newsgroup e mailng list, il nostro forum ed i nostri canali social.

L'unica raccomandazione per usare questi e tutti gli altri strumenti online di Python Italia, è di rispettare il nostro Codice di Comportamento.